C.da Popoleto n.c., 70011 Alberobello (BA) · +39 080 432 2044 · info@editriceaga.it

Un thriller dalla felice storia editoriale

Quando il manoscritto è arrivato in redazione, abbiamo avuto subito l’impressione che la lettura ci avrebbe sorpresi in positivo. Così è stato: Il sigillo del Male è un thriller storico-religioso che si inserisce nel solco già tracciato da altri grandi autori, da Umberto Eco a Dan Brown, e ci ha presto risucchiati nel vortice della sua trama stupefacente.
È cominciato, allora, un entusiasmante lavoro di editing sul testo, che ci ha consentito di lavorare gomito a gomito con l’autore, Vincenzo Filomarino, e di giungere, in un turbine di idee e revisioni, a quella che è la versione definitiva del romanzo, alle stampe nel giro di qualche giorno.

Probabilmente è superfluo aggiungere che non stiamo più nella pelle: ora siamo pronti ad accogliere il parere dei lettori, a confrontarci con loro e a leggerne le recensioni. Da parte nostra, siamo sicuri di aver dato il massimo, credendo in un’opera che, fidatevi, saprà sorprendere anche il lettore più capriccioso.
I punti di forza del thriller Il sigillo del Male? Sicuramente il sostrato storico su cui si sviluppa l’intera vicenda narrata. Se è vero che si tratta di un racconto di fantasia, è altrettanto vero che tutti i fatti storici citati sono realmente accaduti e consentono di osservare la Storia da un angolo visuale insolito ed elettrizzante.

La trama del thriller

Ormai maturo, Marco decide di tramandare al nipote Luigi una verità sconcertante sulla loro famiglia. Le vicende dei Filomarino affondano le radici in mille lunghi anni di storia, ma solo nel passato recente i fatti accaduti ne hanno sconvolto gli equilibri, determinando il coinvolgimento di terrificanti forze oscure. Incuriosita dai messaggi enigmatici che prima di morire nonno Enzo ha disseminato nei suoi scritti, la giovane Beatrice Filomarino, con l’aiuto di monsignor Dal Pozzo, si mette alla ricerca dell’antica pergamena che custodisce il segreto sulla comparsa dell’Anticristo. Il prezioso manoscritto, che San Tommaso d’Aquino affidò alla nobile famiglia, sembra introvabile. Se ne è persa traccia nel corso del tempo anche a causa dei continui assalti di una setta satanica, che ora, decisa a riappropriarsene, è tornata alla carica con incredibile ferocia.

Il sigillo del male è un thriller storico-religioso sul cui telaio, composto da numerose vicende storiche documentate nell’appendice fotografica, è tratteggiato un racconto avvincente, che terrà il lettore incollato alle pagine sino al sorprendente finale.

Pubblicazione e distribuzione

Il sigillo del Male sarà presto disponibile nel bookstore di Editrice AGA, nelle migliori piattaforme di vendita online e in libreria.
Segui le avventure del romanzo sulla pagina Facebook di Editrice AGA e su quella dedicata a Il sigillo del Male.

1 comment

  1. #IlSigilloDelMale
    Di Vincenzo Filomarino
    Edizioni aga
    Costo 16,00€

    Il sigillo del male è un thriller avvincente dalla fluida scrittura che rende la lettura facile e non pesante composto da 180 pag con in appendice 28 tavole illustrate le quali documentano tutti i luoghi (realmente esistenti) in cui si susseguono le vicende della famiglia Filomarino che anima il racconto; personaggi che come lo stesso autore anticipa nella sua nota d’apertura sono realmente esistiti come pure sono documentati i fatti storici narrati.
    A mio modesto avviso, il messaggio che l’autore in modo più o meno velato vuole sottoporre all’attenzione del lettore è l’importanza del senso di appartenenza al proprio territorio di origine, molto profondo il concetto che in chiusura di racconto, Marco propone al suo uditore:”ti possono privare di tutto, proprio tutto, ma non ti potranno mai privare delle tue radici”
    Da tale concetto discende improrogabilmente una seconda verità che se non si verifica, vanifica il predetto concetto ossia lo “studio” e la conoscenza del proprio passato in quanto solo se di esso se ne ha padronanza si può pensare di riuscire a capire il presente e sperare di poter progettare il futuro. Mentre scrivo questi pensieri non posso fare a meno di citare il mio concittadino Andrea Moselli con il suo motto #SiamoSoloCustodi quanta verità in quelle tre parole.
    Ciò detto non mi resta che consigliarvi l’acquisto del libro per poter vivere come io ho già fatto un’altra bellissima avventura tra presente e passato nel nostro bellissimo meridionale territorio.
    Il presidente dell’Ass.ne Culturale Libera i Libri di Trani
    Filomeno Cafagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X