A

Vinicio Aquaro

Scrittore, opinionista, operatore culturale. È nato nella Valle d’Itria, a Martina Franca (Taranto). La sua formazione socio-culturale si rifà a San Pio da Pietrelcina, Luigi Sturzo, Salvatore Quasimodo, Giorgio La Pira, Giuseppe Dossetti, Luigi Volpicelli, Aldo Moro, Paolo Volponi, Igor Man, Umberto Albini, Franco Ferrarotti. Si occupa di ricerca culturale, di critica del pensiero e di metodologia del ragionamento. Gli interessi indagativi riguardano letteratura, saggistica, antropologia, storia, filosofia, teologia, biblistica, politica, sociologia dell’ambiente e della comunicazione. Collabora con Istituzioni e Operatori. È iscritto al Sindacato Libero Scrittori Italiani. Nel 1981 ha fondato, e presiede, il Premio Nazionale “Valle dei Trulli” articolato nelle sezioni paritarie di narrativa, saggistica, traduzione, operatività sociale, san Pio umanesimo del sud, speciale giuria. Con Editrice AGA ha pubblicato tre opere dedicate al Sud.

B

Nicole Barrière

Poetessa, scrittrice, saggista, traduttrice, Nicole Barrière ha pubblicato numerose raccolte liriche. Le sue poesie figurano in molte antologie e riviste. Dirige per L’Harmattan la collana “Accent tonique”. Impegnata attivamente per la causa delle donne e per la pace, nel 2001 ha lanciato un appello ai poeti di tutto il mondo: “1001 poèmes pour la paix et la démocratie en Afghanistan”. Difende la francofonia, le lingue e le culture minacciate.
Con Editrice AGA ha pubblicato la raccolta poetica Eaux prémonitoires – Acque premonitrici per la collana L’orizzonte.

C

Carolyne Cannella

Poetessa, attrice, traduttrice, concertista – liuto rinascimentale e chitarra classica – e professoressa di arte, ha partecipato a numerosi festival di poesia e collabora con varie riviste e antologie poetiche. Nella sua arte poetica, la melodia delle parole – simili alle note di uno spartito – è a suo avviso un lavoro di elevazione e armonizzazione per raggiungere questa qualità lirica della lingua. Alla luce della sua passione, la sua scrittura la porta a viaggiare, immobile, nei profondi territori dell’essere, dove i silenzi assumono una dimensione espressiva. Si esprime in forme di poesie, prosa, frammenti e aforismi, con una predilezione per le forme brevi. Instants. Tercets – Hommage Au Japon è la raccolta di frammenti poetici pubblicata con Editrice AGA per la collana L’orizzonte.

D

Diana Del Mastro

Ricercatrice presso la Facoltà di Teologia di Stettino dove insegna Filosofia ed Estetica. Il campo percettivo del visibile è centrale nel suo itinerario scientifico. I suoi interessi attuali riguardano l’antropologia simbolica. Con Editrice AGA ha pubblicato Emozioni. L’altro lato del sapere, volume inserito nella collana L’Orizzonte.

Franco Deramo

È nato a Sammichele di Bari, dove è ritornato a vivere – dopo quasi trent’anni vissuti a Bari. Laureato in Scienze della Comunicazione. Giornalista pubblicista. Ha conseguito il titolo di Responsabile di Ufficio Stampa nel Corso di Alta Formazione promosso dall’Università degli Studi di Bari e dall’Ordine dei Giornalisti di Puglia. È stato responsabile delle Relazioni Esterne di Enel per le regioni Puglia e Basilicata, del Centro di Documentazione Enel presso la Fiera del Levante. Insegna Comunicazione Aziendale presso l’Università degli Studi di Bari nel Corso di Laurea Magistrale di Interfacoltà in Informazione e Sistemi Editoriali. Socio FERPI, Federazione Relazioni Pubbliche Italiana, fa parte del coordinamento regionale. Presidente dell’Associazione di promozione sociale plur@lee dell’Associazione partecipata del Comune di Sammichele di Bari, Città nuova. Con Editrice AGA ha pubblicato saggi e inchieste.

Giovanni Dotoli

Professore ordinario di Lingua e Letteratura Francese all’Università di Bari “Aldo Moro” dal 1980 e docente di Francofonia ai Cours de Civilisation Française de la Sorbonne, a Parigi dal 2012. Dal dicembre 2016 è Professore Emerito dell’Università di Bari Aldo Moro. È Cavaliere, Ufficiale e Commendatore nell’Ordine delle Palme Accademiche del Governo francese. Con decreto del 5 maggio 1999, il Presidente della Repubblica francese Jacques Chirac gli ha conferito la “Légion d’Honneur”, con il grado di ufficiale, per alti meriti culturali. Nel 2000 ha ricevuto il Grand Prix de l’Académie Française, per il ruolo svolto nella diffusione della lingua e della cultura francese nel mondo. Ha fondato e dirige o codirige diverse collane e riviste. È autore di centinaia di libri, saggi e articoli, e curatore di volumi miscellanei di atti di convegni internazionali, pubblicati in Italia e all’estero. È poeta di lingua italiana e di lingua francese.
Ha fondato e dirige la collana L’orizzonte di Editrice AGA, per la quale ha pubblicato diverse opere.

F

Emanuela Ferri

Insegna Marketing Management in collaborazione con alcune Accademie di Belle Arti. Si dedica ad attività di promozione per l’arte e per la musica. Nel 2014 pubblica il suo primo libro Capitale Umano: aspetti micro e macroeconomici (Edizioni Accademiche Italiane). Dopo la laurea in Economia e Management presso la Facoltà di Economia a Bari, consegue il diploma accademico in Pianoforte presso il Conservatorio Piccinni di Bari. Nel 2016 pubblica il lavoro di tesi sperimentale sull’interazione tra musica e arti visive dal titolo Corrispondenze tra le arti (Editrice AGA). Dal 2013 entra a far parte dei progetti di inclusione sociale e digitale di Informatici Senza Frontiere Onluscome ideatrice e curatrice del percorso artistico multisensoriale Sensoltre. Nel 2018 è Project Manager di Sensoltre Sei Tu.
Con Editrice AGA ha pubblicato due libri: Corrispondenze fra le arti e Sensoltre sei tu. Espressioni artistiche in gioco per una didattica dell’inclusione.

Vincenzo Filomarino

Ha svolto studi economici e finanziari e ha lavorato in una banca a livello nazionale in ruoli di responsabilità. Nei primi anni ‘80 ha scritto alcuni saggi in materia economico-bancaria e nel 1986 è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica. Il lavoro impegnativo non gli ha mai consentito di soddisfare un suo intimo desiderio, approfondire le vicende storiche e genealogiche della sua famiglia. Una volta in pensione, si dedica alla ricerca sempre agognata e realizza un archivio ricco di atti, lettere, libri che documentano – dalla metà del 900 d.C. – eventi storici anche inediti e vicende che si possono definire, senza tema di smentita, misteriose. Oggi continua la complessa indagine storica.
Il sigillo del Male è il thriller storico-religioso pubblicato con Editrice AGA.

Fulvia Fiorino Dotoli

Nata a Martina Franca, è da sempre innamorata della sua terra di Puglia e del Mezzogiorno. Docente di Lingua Francese nella scuola, e poi di Linguistica francese nelle università di Lecce e Bari, ha pubblicato nove volumi di testi dei viaggiatori francesi in Puglia, dal Medio Evo a oggi. Un decimo è in corso di stampa. È autrice di libri sulla lingua della letteratura odeporica, su D. Bouhours, É. Littré, L. Visconti, il culto di San Nicola in Puglia e in Lorena, la città di Conversano, la cucina pugliese.
Con Editrice AGA ha pubblicato due volumi: La chiesa del Sacro Cuore a Bari e Incontro con il lettore.

G

Mario Gabriele

Conoscitore e cultore dei dialetti pugliesi, è poeta e scrittore.
Nella lingua di Noci ha composto numerose opere in versi, in gran parte presenti nell’antologia Appecciamele arréte, edita da Editrice AGA nel 2012. Ha già tradotto in dialetto alcune opere, fra cui il biblico Quoèlet e La verità, vi prego, sull’amore, di W. H. Auden. Vasta è anche la produzione poetica in italiano. Nel 2014 ha pubblicato con Giovanni Laera il Dizionario etimologico del dialetto di Noci.
Con Editrice AGA ha pubblicato numerose opere poetiche, perlopiù in o sul dialetto nocese. Insieme a Giovanni Laera ha fondato l’associazione culturale Centro Studi sui Dialetti Apulo-Baresi, che ha all’attivo diverse pubblicazioni, fra le quali la rivista Lingua gnostra.

Davide Gigante

Classe 1986, Davide Gigante ha studiato all’Accademia delle Belle Arti di Bari. Lavora come graphic e visual designer. Insieme a Filippo Gigante (autore e social media manager) e a Mirko Gigante (regista e videomaker) ha fondato Gigante Studios. Nel 2017 ha pubblicato con Editrice AGA il suo primo fumetto, Fata Fiammella e il magico albero di Natale, di cui è disponibile anche il puzzle.

H

Jacques Herman

È poeta, pittore, storico e insegnante di nazionalità belga e svizzera, nato a Tirlemont in Belgio l’11 maggio 1948, residente a Pully. Ha pubblicato manuali scolastici e numerosi libri, fra cui Mémento d’histoire universelle nel 1978. Ha pubblicato le sue prime poesie all’età di 15 anni e ha al suo attivo numerose raccolte poetiche. Dipinge a olio e ad acrilico, espone a l’Entracte e al Museo cantonale di Losanna, dove ha lavorato con René Berger. Alla fine degli anni ’70 continua a disegnare, ma smette di dipingere per 25 anni. Quando ricomincia, opta per l’acquerello. La sua prima esposizione ha luogo nel 1999. Presidente anziano dell’Associazione vallese degli scrittori e della Società degli scrittori degli Stati Uniti a Ginevra.
Insieme a Maria Zaki ha pubblicato con editrice AGA la raccolta poetica Les signed de l’absence – I segni dell’assenza.

L

Maria La Volpe

È nata nel marzo del 1955 a Polignano a Mare (Ba), dove vive. Diplomata in Pianoforte, si occupa dell’ integrazione scolastica di alunni diversabili nella Scuola Secondaria di primo grado. Ha pubblicato le seguenti raccolte poetiche: A riva per qualcosa da ritrovare (1997); Il piacere violato(1998/1999); Coniugando tracce con A. Lestingi (2000); Il Moto perpetuo della Quotidianità (2004); Camera con vista e altre poesie (2009); Non parte non resta (2014). È coautrice del testo poetico-teatrale Luna di marzo(2005). Figura in varie pubblicazioni antologiche anche a carattere scolastico (Poeti per il Duemila; Poeti italiani nel mondo/opera bilingue; L’anima della poesia, Book Editore 1997 – Il fiore del deserto/omaggio a Giacomo Leopardi, Bastogi Editrice 1998- Voci per il nuovo Millennio, Book Editore 2000 – Voci per Polignano, 2004 – L’infanzia primaditutto, 2005).
Con Editrice AGA ha pubblicato la raccolta poetica Non parte non resta (2014) e la raccolta di racconti La strada che porta al mare (2016).

Giovanni Laera

Nel 2013 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Linguistica italiana presso l’Università degli Studi di Torino con una tesi su secondi nomi e soprannomi nei documenti medievali pugliesi dei sec. XI-XIII, prestando particolare attenzione al lessico dei dialetti centromeridionali. Ha pubblicato Zoonimi nell’onomastica medievale della Puglia centrosettentrionale: riflessi lessicali (Valencia, Danes, 2012). Collabora da diversi anni presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” in qualità di cultore della materia in Dialettologia italiana, Grammatica italiana e Storia della lingua italiana. È autore di canzoni in dialetto nocese e in italiano. Insieme a Mario Gabriele ha fondato l’associazione culturale Centro Studi sui Dialetti Apulo-Baresi. Ha pubblicato poesie per le antologie Il viaggio infinito. I sonetti di Shakespeare e il Cantico dei Cantici in lingua di Noci (2014) e Réte a ogne pacce stè nu puaise. Antologia poetica sugli ultimi di Noci (2015) e saggi per le opere I fèfe e u mire. Fave e vino nella cultura popolare di Noci (2016) e Tutte u munne é paise. Le parole straniere nel dialetto (2017).

Giovanni Lauriola

Nato sul monte sacro del Gargano, a Monte S. Angelo (FG), il 30 dicembre del ’38, indossa l’abito francescano a Casacalenda (CB) nel 1958 e viene ordinato sacerdote a Manfredonia (FG), da S.E.Mons. Andrea Cesarano, 2 luglio 1967. Si laurea all’Università di Bari nel 1973 in Filosofia, discutendo la tesi Sul concetto di scienza in Duns Scoto, con il prof. Francesco Corvino, svolgendo contestualmente attività didattica nelle Scuole Statali e Religiose dal 1969 la 2003. Profondamente convinto dell’originale bontà dell’ideale francescano tra preghiera-studio e studio-preghiera, spende la sua vita tra cattedra e predicazione, passando idealmente attraverso le principali tappe della tradizione da Bonaventura a Duns Scoto, da Francesco d’Assisi a Chiara, per ritornare definitivamente a Duns Scoto, cui dedica la sua vita. Nel 1991, realizza il suo sogno fondando il “Centro Duns Scoto”, e aprendo la collana di “Quaderni Scotistici” e il relativo sito web. Le opere pubblicate con Editrice AGA sono numerose, perlopiù dedicate a Giovanni Duns Scoto.

Antonietta Lestingi

È nata a Polignano a Mare (BA), dove vive e insegna Scienze nella Scuola Media. Ha pubblicato le seguenti raccolte poetiche: Fotogrammi (1998), Coniugando tracce con M. La Volpe (2000), Il volto delle donne (2002), Della terra il respiro nel volume collettaneo Concerto (2005), In punta di dita (2008), Poco ho da direcon M.G. Napoletano (2009). È coautrice del testo poetico-teatrale Luna di marzo (2005). Ha curato la versione italiana di Rumo aos altares – Madre Maria di Lourdes (2006) di M. Basacchi.
Con editrice AGA ha pubblicato le raccolte poetiche Come matasse all’arcolaio (2012), Nella valle sommersa (2014), Sulla pietra o nell’erba (2015), Voci (2016).

Giuseppe Liberatoscioli

Nato a Fara San Martino (Ch) nel 1957, ha conseguito la licenza in Teologia, specializzazione in ecclesiologia, presso la Pontificia Università Lateranense. Ordinato sacerdote nel 1982, già parroco di Sant’Eufemia a Maiella (1982-2015) e di Santa Maria Maggiore di Caramanico Terme (1985-2015), dal 1° gennaio 2016 è parroco di San Nicola di Bari di Orsogna.
Dal 1997 è archivista e bibliotecario dell’Arcidiocesi di Chieti-Vasto e, dal 2005, direttore dell’Ufficio diocesano per i Beni Culturali Ecclesiastici e l’Edilizia di Culto. Dal 1° febbraio 2017 delegato per l’Abruzzo per i Beni Culturali Ecclesiastici e l’Edilizia di Culto.
Ha pubblicato L’Arcidiocesi di Chieti-Vasto. Quadro storico-amministrativo-pastorale (2000); Nicola Monterisi Arcivescovo di Chieti-Vasto (1920-1929), (2002). Nel Dizionario Le Diocesi d’Italia, II, ed. Paoline (2008), ha curato la voce Chieti – Vasto.
È veramente ebreo! Giuseppe Venturi e gli ebrei è l’opera pubblicata con Editrice AGA.

Panagiote Ligouras

Di origine greca, è laureato in matematica vive e lavora in Puglia come docente di matematica e informatica. Appassionato di ICT, di comunicazione didattica e di attività didattiche on-line, collabora da anni con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), con l’ANSAS (Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica), con l’INVALSI (Istituto Nazionale per la VALutazione del Sistema educativo di Istruzione e di formazione) e con l’USR Puglia (Ufficio Scolastico Regionale). È autore di numerosi articoli e pubblicazioni, molti dei quali pubblicati con Editrice AGA.

M

Encarnación Medina Arjona

È professoressa di filologia francese all’Università di Jaén. Specialista del XIX secolo, della scrittura delle donne e dei paesaggi culturali del Mediterraneo, ha all’attivo numerose pubblicazioni. Insieme ai professori Giovanni Dotoli e Mario Selvaggio ha fondato la collana L’orizzonte.
Con editrice AGA ha pubblicato Leyendo Las flores del mal, una rilettura attuale dell’opera di Charles Baudelaire che rivede le linee essenziali del lavoro completo dell’autore.

P

Michele A. Pastore

Ricercatore del CNR nell’ambito della Biologia Marina, ha al suo attivo 130 lavori tra pubblicazioni scientifiche e rapporti tecnici apparsi su riviste nazionali ed internazionali. Dal 2008 ad oggi ha pubblicato una decina di lavori scientifico-divulgativi nell’ambito dei Beni Culturali. La passione artistica emerge nel 1989 con la stampa di una raccolta di poesie dal titolo Mare assoluto fondamentale, con cui vince diversi premi.
Nell’aprile del 2005 gli viene pubblicata da Portofranco di Taranto la plaquette di poesie intitolata Oltre i limiti destinata a biblioteche, scuole pubbliche, archivi e centri di documentazione. Nei sedici testi poetici è evidente l’anelito di oltrepassare i limiti della condizione esistenziale affidata a evocazioni di “volo” e non mancano versi ispirati a problemi sociali; più dense di immagini sono le poesie di contenuto amoroso.
Cieli di vetro è la raccolta poetica pubblicata con Editrice AGA.

Luciano Ponzio

Ricercatore confermato in “Filosofia e Teoria dei Linguaggi”, ha ottenuto nel 2012 l’abilitazione scientifica nazionale come professore associato. Insegna dal 2004 Semiotica del testo e anche Semiotica del cinema nel Dipartimento di Studi Umanistici della Facoltà di Lettere e Filosofia, Lingue e Beni Culturali dell’Università del Salento, Lecce.
Nel 2017 ha pubblicato con Editrice AGA il saggio L’immagine e la parola nell’arte tra letterarietà e raffigurazione, per la collana L’orizzonte.

R

Gabriele Carmelo Rosato

È nato e ha mosso i primi passi in una terra dai colori vividi, di sapori prelibati e di antichi effluvi. Attualmente studia Beni Archeologici presso l’Università del Salento, accompagnandovi una formazione interdisciplinare come allievo della Scuola Superiore Isufi di Lecce. Animato dalla passione per la scrittura e da uno sguardo attento al passato è autore di numerose poesie e racconti, di cui due editi in una raccolta di narrativa.
Ha pubblicato con Editrice AGA Storie sepolte a Barsento. Testimonianze storiche e archeologiche di un frammento di Puglia.

Angelo Rella

Direttore del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Stettino, insegna Lingua e Letteratura italiana. Studioso delle idee e dei problemi della letteratura di massa, delle nuove forme di linguaggio, collabora con le più importanti istituzioni culturali della Pomerania occidentale per la promozione della cultura italiana.
Insieme a Sebastiano Valerio ha curato la monografia Immaginario e realtà. Percorsi della religione, edita nel 2018 da Editrice AGA per la collana L’orizzonte.

S

Mario Selvaggio

Poeta, saggista, traduttore e critico letterario, mario Selvaggio è Ricercatore di Letteratura Francese presso il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica della Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari. Specialista della letteratura francofona cana dese e maghrebina, si è occupato in particolare della produzione poetica di Gaston Miron e dello scrittore franco-marocchino Tahar Ben Jelloun. È autore di numerosi saggi sulla lingua, la letteratura e la civiltà francese.
È fondatore della collana L’orizzonte assieme a Giovanni Dotoli e a Encarnación Medina Arjona. Con Editrice AGA ha curato e pubblicato numerose opere.

Éric Sivry

È nato il 1° ottobre 1959 a Parigi. Ha scritto racconti, raccolte poetiche e saggi. I suoi interventi critici riguardano in particolare Marcel Proust, Guillaume Apollinaire e Yves Bonnefoy. Privilegiando una riflessione sull’espressione dell’intuizione nell’arte e nella letteratura, sia dal punto di vista della creazione che della ricezione, è fondatore del gruppo artistico intuitista insieme a Sylvie Biriouk, nonché autore del Manifesto dell’intuitismo (éditions Anagrammes,2004; éditions Hermann, 2016). Ha pubblicato con Editrice AGA per la collana L’orizzonte Faustine, una rilettura moderna del mito di Faust.

Dominique Jean Paul Stanisci

Jean Paul, all’anagrafe Stanisci Dominique Jean Paul, nato in Lussemburgo il 27 ottobre 1974, risiede ad Alberobello. Figlio unico di madre rimasta vedova, nel 2008 perde anche lei e decide di cambiare vita, lasciandosi alle spalle l’avvocatura per dedicarsi completamente a una sua idea, il “Joyful People”, un piccolo brand. Basato sull’unica ancora della “creazione di valore”, il Joyful People (persone gioiose) è tre progetti: un’Art B&B, con stanze artistiche arredate secondo la filosofia del riciclo creativo; un’Associazione culturale che propone progetti di approfondimento sul tema della dignità umana; infine, l’Home Design come strumento di propaganda e di divulgazione del bello.
Con Editrice AGA ha pubblicato Viaggi bianchi. Hiroshima, Auschwitz, Killing Fields, Chernobyl.

V

Sebastiano Valerio

È Professore Ordinario presso l’Università di Foggia, dove insegna Letteratura italiana. Si è occupato di Dante, di Umanesimo e Rinascimento e della cultura letteraria del XIX secolo, studiando il rapporto tra positivismo e letteratura e Giovanni Pascoli.
Insieme ad Angelo Rella ha curato la monografia Immaginario e realtà. Percorsi della religione, edita nel 2018 da Editrice AGA per la collana L’orizzonte.

Z

Maria Zaki

Maria Zaki è una poetessa e scrittrice marocchina di espressione francese nata il 6 dicembre 1964 a El Jadida. È stata scoperta nel 1992 dallo scrittore marocchino Abdelkebir Khatibi e ha pubblicato nel 1994 le sue prime poesie. Dottore in Scienze Politiche, dopo aver insegnato all’Università Chouaib Doukkali El Jadida, ha ricoperto la carica di direttore della ricerca e sviluppo nel settore chimico in Francia, dove vive dal 2002. Nel frattempo, si è dedicata alla scrittura di poesie, racconti e romanzi. È membro di P.E.N. International Club (poeti, saggisti, romanzieri). I temi che predilige sono: la situazione della donna nei paesi arabi, il silenzio, la quiete spirituale, l’alterità.
Insieme a Jacques Herman ha pubblicato con editrice AGA la raccolta poetica Les signed de l’absence – I segni dell’assenza.