ISBN: 978-88-9355-060-4

Alberobello. «La capitale dei trulli» (riedizione)

 10,00

Vinicio Aquaro, 2018 (prima edizione 1978), 80 pp.

236 disponibili

Confronta

Descrizione

Il libro

Presentazione di MICHELE EMILIANO (Presidente della Regione Puglia)

Fu immediata e lungimirante la positività della valutazione che il grande Paolo Grassi intese formulare costruendo l’appassionata prefazione, nel 1978, al libro di Vinicio Aquaro: Alberobello, la capitale dei trulli. Da geniale uomo di teatro e da maestro della comunicazione, Paolo Grassi, quarant’anni fa, volle e seppe cogliere i molti aspetti ben significativi del testo di Aquaro, inclusa la di lui prefigurazione del successo che la civiltà-cultura dei trulli avrebbe in breve registrato. Il libro fu, infatti, e rimane chiaramente anticipatore del riconoscimento unesco conferito ad Alberobello ben diciotto anni dopo l’uscita, nel 1996. 

Già nel sottotitolo “la capitale dei trulli” Vinicio Aquaro instaurò un precipuo nuovo codice di lettura di quel sistema costruttivo laddove, superando il semplicismo somatico dell’apparenza pietrosa, aprì il varco all’intellezione sociologica di una storia e di un insediamento davvero singolari.

Vi è, quindi, la giusta opportunità di questa riedizione in quanto il tempo intercorso dal 1978 ad oggi 2018, a cavallo di due secoli e di due millenni, non solo non denuncia superamenti socio-storici, ma in più conferma e, dunque, convalida il tracciato espositivo dell’opera.

Nella riedizione vi è una obbiettiva culturalità, ovviamente da non tacere, e che facilita l’appropriatezza di un percorso interpretativo intuito e osato da Vinicio Aquaro a tutto vantaggio di un territorio peculiare e di chi sa viverlo, sa visitarlo, sa rispettarlo, sa sostenerlo.

D’altra parte il libro nell’autunno del ’78 fu ufficialmente presentato a Roma (Casina Valadier, al Pincio) e a parlarne fu il Presidente pro tempore della Regione Puglia, Nicola Rotolo. Per coerenza storica, per condivisione culturale, per considerazione verso Vinicio Aquaro, nasce questa presentazione nel quarantennale appunto di: Alberobello, la capitale dei trulli.

L’autore

Vinicio Aquaro – scrittore, opinionista, operatore culturale – è nato nella Valle d’Itria, a Martina Franca (Taranto). La sua formazione socio-culturale si rifà a: San Pio da Pietrelcina, Luigi Sturzo, Salvatore Quasimodo, Giorgio La Pira, Giuseppe Dossetti, Luigi Volpicelli, Aldo Moro, Paolo Volponi, Igor Man, Umberto Albini, Franco Ferrarotti, etc. Si occupa di ricerca culturale, di critica del pensiero e di metodologia del ragionamento. Gli interessi indagativi riguardano: letteratura, saggistica, antropologia, storia, filosofia, teologia, biblistica, politica, sociologia dell’ambiente e della comunicazione. Collabora con Istituzioni e Operatori. È iscritto al Sindacato Libero Scrittori Italiani. Nel 1981 ha fondato, e presiede, il Premio Nazionale “Valle dei Trulli” articolato nelle sezioni paritarie di: narrativa, saggistica, traduzione, operatività sociale, san Pio umanesimo del sud, speciale giuria.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.3 kg
Dimensioni 17 x 24 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Alberobello. «La capitale dei trulli» (riedizione)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *