40,00

145 – Échos du silence dans l’œuvre en prose de Maria Ondina Braga

10 disponibili

978 8893552783 512
Condividi

Autore

Il silenzio è una sostanza materiale nell’opera di Maria Ondina Braga, che ne fa oggetto del suo uso, se non addirittura della sua immagine. Scrittrice dell’assenza e dell’intimo, firma testi modulati da un sorprendente esotismo orientale, che aggiunge mistero e modestia al linguaggio dell’ineffabile che le caratterizza. «Spazio autobiografico» nel senso di Lejeune, l’opera dell’autrice portoghese è nutrita dalle proprie esperienze di vita in Europa, in Africa e in Asia. I suoi anni in Cina e a Macao ispirano molte delle sue pagine più belle, tra cui il suo romanzo maggiore, Nocturno em Macau, la sua raccolta di racconti A China fica ao fado e il suo libro di memorie, Angustia em Pequim. Quella per cui «leggere poeti cinesi è come ascoltare la pioggia nel silenzio della notte», saprà mettere al centro della scrittura la sua ricerca identitaria a volte trasparente, a volte opaca, a volte desiderata, a volte respinta. Attraverso il percorso tormentato e labirintico dei personaggi, attraverso il sogno o le scivolate di significanti operate da oggetti-segni, la scrittura musicale di Maria Ondina Braga diventa terreno fecondo dell’implicito, luogo di echi di silenzi multipli.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Mostra solo le recensioni in Italiano (0)

Recensisci per primo “145 – Échos du silence dans l’œuvre en prose de Maria Ondina Braga”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.