15,00

Ahi serva Italia, di dolore ostello…

Dante nell’Italia dei Guelfi e Ghibellini


Articolo acquistabile con Bonus Cultura 18app.

Compare
978-88-9355-339-1 208 Italiano
Condividi

Autore

"Storico, laureato in Lettere e Scienze Politiche, Dottore di Ricerca."

L’età di Dante è quella dei Guelfi e dei Ghibellini, dell’Italia dilaniata dalle lotte di fazione, dallo scontro fra Papato e Impero, dal conflitto violentissimo fra le consorterie della classe dominante a Firenze tra Magnati e Popolo.

È all’interno di questo orizzonte storico-politico che si eleva la figura di Dante le cui opere (La Commedia, la Monarchia e le Epistole) racchiudono il suo pensiero politico. Con Dante la politica si trasfonde nella poesia e nella cultura più alta del Medioevo.

La decadenza dei Comuni, tra cui Firenze la sua città natia e la Roma dei papi, sono alcuni dei suoi topos letterari ricorrenti ma accanto a questi il tema della Pace Universale e della lotta per la Giustizia incardinato nella figura dell’Imperatore, interpretato da Dante come il “terapeuta” di un mondo malato e in crisi. Una rilettura moderna del pensiero politico dantesco, in cui Etica e Politica si intrecciano profondamente e sono uno stimolo per la sofferta coscienza dell’uomo contemporaneo.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Mostra solo le recensioni in Italiano (0)

Recensisci per primo “Ahi serva Italia, di dolore ostello…”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *