12,00

163 – Roman et texte de voyage des espaces polyphoniques

978-88-9355-310-0 92 Francese
Condividi

Autore

"Specialista della letteratura francofona canadese e maghrebina contemporanea."

Romanzo e testo di viaggio mettono in pratica il nostro ‘bisogno di realtà’, di un mondo più come noi lo desideriamo così com’è. Lauteur crea il romanzo rappresentato. Il suo sguardo cattura prospettive molto ampie. La sequenza della messa in scena è polifonica. Il testo ha una musica e una struttura polifonica, come lo spazio, Infinito plurale come l’orizzonte. L’innominabile di Beckett (1953) ne è una tipologia. Il testo presenta diversi piani, come osserva Bakhtine, cioè spazi che si concentrano in un punto, quello dell’occhio e dello sguardo. Le ottiche sono convergenti e divergenti, Secondo la molteplicità dei piani. Philippe Dufour parla di cronotopo temporale, usando Bakhtine. Io parlo di cronotopo spaziale. Spazio e tempo si fondono, creando un ingranaggio polifonico. Tutto diventa un ‘presente che funziona’ [Ph. Dufour]».

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Mostra solo le recensioni in Italiano (0)

Recensisci per primo “163 – Roman et texte de voyage des espaces polyphoniques”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Serve aiuto?
Serve aiuto?
Ciao, potreste fornirmi maggiori informazioni sul libro 163 - Roman et texte de voyage des espaces polyphoniques.