Gli ingredienti di un buon thriller

Cosa c’è di più intrigante di un buon thriller? Trame cariche di suspense, tensione e brivido riescono irretire anche il lettore più esigente. Facendo leva soprattutto sulla curiosità, sul desiderio di sapere chi e perché ha commesso un certo crimine, questo genere letterario conquista chiunque.

Un elemento essenziale del thriller, oltre alla trama ben congegnata, è senza dubbio la prosa, che deve essere fluida e poco contorta. è il caso del nostro thriller Il sigillo del Male: i lettori si sono complimentati con Vincenzo Filomarino tanto per la trama, quanto per lo stile scorrevole.

Il sigillo del Male

A proposito del thriller pubblicato da Editrice AGA, ci sembra opportuno riportarne la sinossi.

Ormai maturo, Marco decide di tramandare al nipote Luigi una verità sconcertante sulla loro famiglia. Le vicende dei Filomarino affondano le radici in mille lunghi anni di storia. I fatti accaduti di recente ne hanno sconvolto gli equilibri, determinando il coinvolgimento di terrificanti forze oscure. Incuriosita dai messaggi enigmatici che il defunto nonno Enzo ha disseminato nei suoi scritti, la giovane Beatrice, con l’aiuto di monsignor Dal Pozzo, si mette alla ricerca dell’antica pergamena che custodisce un terribile segreto. Il prezioso manoscritto sembra introvabile. Se ne è persa traccia nel corso del tempo anche a causa dei continui assalti di una setta satanica, decisa a riappropriarsene.


Il sigillo del male è un thriller storico-religioso sul cui telaio, composto da numerose vicende storiche documentate nell’appendice fotografica, è tratteggiato un racconto avvincente, che terrà il lettore incollato alle pagine sino al sorprendente finale.

Visualizzazione del risultato

Il sigillo del Male

 16,00

Vincenzo Filomarino, Il sigillo del Male, con appendice fotografica, italiano, Alberobello 2018,  180 pp.