Arredi sacri e paramenti nei documenti archivistici di Conversano – n. 24

 22,00

Angelo Fanelli, Arredi sacri e paramenti nei documenti archivistici di Conversano, collana Crescamus – n. 24, 2017, 208 pp.

3 disponibili

Confronta
Categoria:

Descrizione

Il libro

Gl’inventari che si avvicendano nelle pagine di questo volume, relativi ad arredi sacri e paramenti liturgici, non pretendono di essere uno strumento, certamente utile, di ricognizione nel passato per un raffronto e un rapporto statistico con il presente, perché in tal modo la loro funzione sarebbe riduttiva; né intendono proporsi come semplice e arida ostensione di tutto quell’apparato liturgico propedeutico all’esercizio cultuale svolto e partecipato: svolto direttamente dal celebrante, partecipato dall’assemblea del popolo in forma più di assenso generico e fideistico, che non di reale comprensione intellettiva, per quanto il mistero intrinseco lo consenta in ogni tempo, poiché la lingua del culto, la latina, restava allora incomprensibile e irriducibile a quella del popolo.

Tali inventari invece si dispiegano alla lettura di valenze diverse attraverso l’aspetto 1.1. linguistico, 1.2. economico, 1.3. tecnologico, 1.4. psicologico, 1.5. storico, 1.6. devozionale, 1.7. tecnico ecc., poiché non c’imbattiamo, per così dire, in una solitudine di numeri primi chiusi in se stessi, ma al contrario essi interagiscono con vivezza con la stratiforme società del tempo.

La collana

La “Diocesi di Conversano”, l’«Archivio Capitolo della Cattedrale di Conversano» e la “Biblioteca Diocesana «D. Morea» di Conversano” hanno dato vita ad una collana di quaderni emblematicamente intitolata “crescamus” (l’indicazione riprende il motto della facciata del nostro Seminario vescovile che testualmente recita: “Screscamus in illo per omnia”).

I direttori della collana (Vito Castiglione Minischetti e Angelo Fanelli) nella premessa al primo numero dei “crescamus” hanno esposto il programma cui intendono attenersi con la loro iniziativa.

Desiderano, anzitutto, offrire materiali manoscritti inediti che siano, in modo specifico, atti a fornire materiale che solleciti la promozione della ricerca storica del nostro territorio. In quest’ottica verranno proposti una serie di agili quaderni che, pur redatti secondo precisi canoni scientifici, dovranno sapersi rivolgere sia agli studiosi quanto al lettore comune. Infatti pertinenti introduzioni contestualizzeranno, storicamente, il materiale offerto.

I documenti che verranno offerti al lettore hanno un’altra loro specifica particolarità che li rende, oltremodo, interessanti per lo studioso: sono stati redatti con periodicità, quindi offrono un’interna continuità. Sono prettamente religiosi (si tratterà, per l’appunto, delle relazioni che il vescovo della nostra diocesi era tenuto a far pervenire alle autorità vaticane) ma, pur tuttavia, contengono preziose informazioni, tutte di prima mano, su usi, costumi, tradizioni, ricorrenze del nostro territorio.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 170 × 240 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Arredi sacri e paramenti nei documenti archivistici di Conversano – n. 24”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *