ISBN: 978-88-9355-148-9

Lingua gnostra. Quaderni di studio sui dialetti apulo-baresi – n. 1

 10,00

Lingua gnostra. Quaderni di studio sui dialetti apulo-baresi, n. 1, a cura del Centro Studi sui Dialetti Apulo-Baresi, Editrice AGA, Alberobello 2019, 200 pp.

Codice pubblicazione seriale ISSN: 2704-7342

Disponibile

Confronta

Descrizione

La rivista specialistica

La rivista «Lingua gnostra» si struttura in ‘quaderni di studio’ e nasce su impulso del Centro Studi sui Dialetti Apulo-Baresi. L’associazione che negli anni è riuscita a liberare il dialetto tanto dalla visione polverosa e nostalgica proposta da alcuni, quanto dalla credenza diffusa che sia una lingua morta.

Dopo un primo approccio scientifico allo studio dei dialetti che nel 2018 si tradusse in un “numero zero” della rivista, si è deciso quest’anno di dare a «Lingua gnostra» una veste formale, registrandola al tribunale di Bari e ottenendo il numero identificativo ISSN.

Grazie al contributo di giovani studiosi, i ‘quaderni’ intendono offrire a specialisti, appassionati e curiosi i risultati delle loro ricerche. Gli studi spaziano dall’antropologia alla letteratura, dall’onomastica alla paremiologia, dalla lessicografia alla sociolinguistica. L’area di indagine ha per centro nevralgico la città metropolitana di Bari. Si estende, tuttavia, sino alla BAT, al materano, al brindisino e al tarantino.

Il primo numero ufficiale della rivista si suddivide in due macro-aree tematiche: “lessico e folclore” e “antropologia e letteratura”, cui si aggiunge eccezionalmente un’appendice narrativa. Questa sistemazione, però, è tutt’altro che rigida: i contributi ‘scivolano’ da una categoria all’altra e restano sfumati, come sfumati sono i contorni della cultura dialettale, ben più variegata di quanto in genere si creda.

«Lingua gnostra», il cui nome contiene un gioco di parole che evoca sia la gloriosa rivista «Lingua nostra» fondata nel ’39 da Migliorini e Devoto, sia una struttura architettonica locale simbolo di accoglienza materna e luogo della comunità, auspica una gioiosa riscoperta del dialetto libera da anacronismi, nel solco di un’evoluzione linguistica che si manifesti parallelamente a un’evoluzione culturale.

(dalla prefazione di Gianni Tinelli)

L’associazione

Il Centro Studi sui Dialetti Apulo-Baresi nasce nel 2014. Si propone di riscoprire, valorizzare e studiare il patrimonio linguistico dell’area adulo-barese. Quest’area comprende la città metropolitana di Bari, la provincia di Barletta-Andria-Trani e diversi centri del Mediterraneo. L’associazione intende studiare la lingua non come un semplice rosario di parole, ma come il mondo rappresentato da quelle parole.

Per questa ragione si propone di declinare scientificamente tutti gli aspetti legati al dialetto, non solo quello linguistico. Una volta liberato da pregiudizi e luoghi comuni esso si rivela per quel che è: una miniera di cultura, leggende, tradizioni popolari, rimedi scientifici, canti, racconti e poesie. Ridare un senso a questo mondo significa farsi comunità.

Informazioni aggiuntive

Carta copertina

Martellata avoriata 300 gr

Carta interna

Uso mano avoriata 95 gr

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lingua gnostra. Quaderni di studio sui dialetti apulo-baresi – n. 1”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *