ISBN: 978-88-95089-97-3

Una macchina bellica del sec. XV: la torre poligonale di Conversano – n. 22

 8,00

Paolo Perfido, Una macchina bellica del sec. XV: la torre poligonale di Conversano, collana Crescamus – n. 22, 2016, 56 pp.

Solo 2 pezzi disponibili

Confronta

Descrizione

Più informazioni sul sito scaffale.org
Logo Scaffale libri

 

 


Il libro

Finalmente abbiamo a disposizione un contributo scientificamente fondato che è poi anche il frutto di numerosi rilevamenti, svoltisi nel corso di vari mesi, effettuati da una intera ‘équipe’ di giovani studiosi guidati dall’architetto Paolo Perfido, insomma un articolato saggio che è, precipuamente, dedicato a delineare e quindi a mettere in specifica evidenza le caratteristiche più peculiari di quella singolare macchina bellica del XV secolo che è la ‘torre poligonale’ del ‘castello di Conversano. Torre che d’ora in poi non si potrà più indicare, erroneamente, ‘decagonale’ (come è, per l’appunto, dimostrato in questo meritorio contributo) ma esclusivamente ‘torre poligonale’.

Paolo Perfido espone i risultati che è stato possibile ottenere solo dopo aver studiato le complesse, articolate strutture di ciò che molto superficialmente siamo soliti indicare con la impropria indicazione ‘il castello di Conversano’ (mentre più propriamente si dovrebbe indicarla come ‘ struttura castellare che domina la collina su cui poggia l’antica Conversano). E, per ciò, si è potuta avere a disposizione una prima, quindi preliminare (ma indispensabile quindi quanto oramai ineludibile) individuazione delle sequenze cronologiche delle complesse fasi costruttive di ciò che è divenuto il simbolo che rappresenta, per antonomasia, passato e presente di Conversano. Ed anche lo stesso futuro di Conversano. Se individuato. E, quindi, pianificato con intelligenza, per tempo.

(Leggi per intero la recensione di Francesco Saverio Iatta per Scaffale qui)

La collana

La “Diocesi di Conversano”, l’«Archivio Capitolo della Cattedrale di Conversano» e la “Biblioteca Diocesana «D. Morea» di Conversano” hanno dato vita ad una collana di quaderni emblematicamente intitolata “crescamus” (l’indicazione riprende il motto della facciata del nostro Seminario vescovile che testualmente recita: “Screscamus in illo per omnia”).

I direttori della collana (Vito Castiglione Minischetti e Angelo Fanelli) nella premessa al primo numero dei “crescamus” hanno esposto il programma cui intendono attenersi con la loro iniziativa.

Desiderano, anzitutto, offrire materiali manoscritti inediti che siano, in modo specifico, atti a fornire materiale che solleciti la promozione della ricerca storica del nostro territorio. In quest’ottica verranno proposti una serie di agili quaderni che, pur redatti secondo precisi canoni scientifici, dovranno sapersi rivolgere sia agli studiosi quanto al lettore comune. Infatti pertinenti introduzioni contestualizzeranno, storicamente, il materiale offerto.

I documenti che verranno offerti al lettore hanno un’altra loro specifica particolarità che li rende, oltremodo, interessanti per lo studioso: sono stati redatti con periodicità, quindi offrono un’interna continuità. Sono prettamente religiosi (si tratterà, per l’appunto, delle relazioni che il vescovo della nostra diocesi era tenuto a far pervenire alle autorità vaticane) ma, pur tuttavia, contengono preziose informazioni, tutte di prima mano, su usi, costumi, tradizioni, ricorrenze del nostro territorio.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni170 × 240 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Una macchina bellica del sec. XV: la torre poligonale di Conversano – n. 22”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *