20,00

147 – Au cœur de la langue de Giovanni Dotoli

13 disponibili

978-88-9355-280-6 160
Condividi

Autore

Questo libro è nato dalla constatazione che, essendo la lingua francese sviata, non esistevano più dei veri poeti. Quando ho scoperto Les Chansons de Montmartre di Giovanni Dotoli, sono stata abbagliata dalla «rara performance» che consiste nel «mettere la parola giusta al suo giusto posto» come dice Mark Twain. Quando ho messo le mani sulle sue Etimologie, ho capito che il suo attaccamento all’origine delle parole – per l’80% dal latino spesso attraverso il greco – era la chiave. Menziono quella dei più significativi della sua poesia. Mi soffermo sul poeta della «doppia lingua», il perché e il come del suo uso di parole pure come il cristallo, la loro sonorità, la loro luce, i suoi colori fondamentali, le parole e le costruzioni ben formate della sua creazione, le sue parole a connotazione sacra, la disposizione dei versi in scale, il riflesso dei suoni e delle immagini, il legame con la grande musica. La sua lingua che irradia e illumina il lettore è un talismano che occorre procurarsi con urgenza.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Mostra solo le recensioni in Italiano (0)

Recensisci per primo “147 – Au cœur de la langue de Giovanni Dotoli”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.